• Vittoria Tomasi

Sellaronda - istruzioni per l'uso

Aggiornamento: 12 set 2020

E' vero, il giro dei 4 passi è fantastico già di suo, ma che ci crediate o no, c'è un modo per renderlo ancora più divertente.

Di cosa sto parlando? Naturalmente delle "deviazioni"!

Già, perché il Sellaronda, oltre che come vero e proprio skitour, può essere anche sfruttato come efficientissimo collegamento per spostarvi da una valle all'altra, per scoprire tutte le bellezze che i comprensori vi offrono.

Vi potete muovere sia in senso orario, con il Sellaronda Verde (Val Gardena - Val di Fassa - Arabba - Alta Badia), che in senso antiorario, con quello Arancione (Val Gardena - Alta Badia - Arabba - Val di Fassa), e le possibilità sono talmente tante che non riuscirete a fare tutto in una sola volta.

Se avete solo qualche giorno, vi consiglio quindi di concentrarvi sulle deviazioni IMPERDIBILI:


- GRAN RISA (Alta Badia)

Questo tour vi ruberà almeno un'ora e mezza, ma ne varrà sicuramente la pena! Una volta arrivati a Corvara, prendete la seggiovia in direzione La Villa e seguite tutte le indicazioni per raggiungere la pista nera GRAN RISA (per i meno esperti esiste anche una bellissima variante rossa). Una volta risaliti, concedetevi qualche minuto per qualche foto di rito (i panorami sono spettacolari) e, magari, un aperitivo al Moritzino.

PS: non perdetevi il punto fotografico, attivabile con il vostro skipass!


- SASLONG (Val Gardena)

Avete mai sentito parlare della Saslong, la mitica pista del Super G? Allora non potete assolutamente farvi mancare una discesa dalla pista A (nera).

In questo caso la deviazione vi ruberà nemmeno mezz'oretta (certo, sempre che non vogliate concedervi un bis!) e vi basterà seguire i cartelli una volta arrivati in cima al Ciampinoi di Selva di Val Gardena. Anziché prendere la pista 3, tenete la vostra sinistra (se volete un po' di brivido, partite dalla pista Cristo!) e scendete fino quando non vi troverete di fronte al bivio: Saslong A o B? A voi la scelta!


- MARMOLADA (Arabba):

Il mondo visto dalla cima della Marmolada è qualcosa di unico, così come scendere dalla Bellunese, una pista rossa lunga ben 12 km. A questa ho dedicato un post nella sezione VIAGGI, andate a curiosare!


Se queste sono le deviazioni più famose però, ce ne sono molte altre meno conosciute, che vi porteranno su piste spesso poco frequentate, ma non per questo meno emozionanti.

Qualche consiglio?


- Scendendo dalla Val Gardena verso l'Alta Badia (giro arancione), prima di prendere la cabinovia COLFOSCO-CORVARA potete fare una piccola tappa nel comprensorio di COLFOSCO. Le piste non sono tantissime, ma davvero di qualità, per non parlare dei panorami!


- Se vi trovate nei pressi di Passo Pordoi (Canazei), anziché prendere la seggiovia per andare verso Arabba potreste seguire le indicazioni "Col dei Rossi" per andare alla scoperta del comprensorio CIAMPAC-BUFFAURE, a cui ho dedicato un intero post (#DolomitiWay - Ciampac - Buaffaure). Probabilmente non farete in tempo a girarlo tutto, ma potete sempre concedervi una discesa in mezzo al bosco sulla meravigliosa Ciampac!


- Sempre passando per la Val Gardena, potete prendere il GardenaRonda Express (ai piedi della Saslong) e raggiungere il Seceda (vedi post #SellarondaWay - Val Gardena)


Avete paura di non finire il giro, ma volete fare ugualmente qualcosa di più emozionante?

Concedetevi qualche variante, come le piste FODOMA e ORNELLA ad Arabba, CIAMPINOI 3 e CIR in Val Gardena, VALLON in Alta Badia oppure la DIEGO in Val di Fassa. Vi ruberanno solo il tempo di un paio di impianti ma ne sarà davvero valsa la pena!


Ora preparate i vostri sci e buon divertimento!




183 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti