• Vittoria Tomasi

Un pomeriggio a Roma - dal Vaticano al Pantheon

Aggiornamento: 12 set 2020


Roma è sempre una buona idea.

Lo so, sembra una frase un po’ scontata, ma è proprio così, perché la nostra capitale è capace di stupirci ogni giorno.

Come sapete, sono stata in questa città un week-end per partecipare alla trasmissione Mezzogiorno in Famiglia, quindi il tempo a disposizione era davvero poco e si è esaurito nell’arco di un pomeriggio. Nonostante ciò, non abbiamo perso l’occasione per visitare la città eterna, costruendo un piccolo itinerario per vedere, almeno in parte, le sue bellezze.


VATICANO

Il nostro punto di partenza era la zona dei Musei Vaticani, visto che l'albergo si trovava proprio a due passi, così abbiamo scelto come prima tappa proprio Città del Vaticano per esplorarne le vie e la famosissima piazza San Pietro, quotidiano punto d'incontro per migliaia di fedeli cattolici provenienti da tutto il mondo. La piazza è divisa in due parti, unificate da un imponente colonnato sormontato da ben 140 statue!

Ovviamente, se venite a visitare Roma nel week-end dovete prepararvi alle file infinite, ma spesso, fidatevi, ne vale davvero la pena.

Altra cosa molto importante, che ho imparato a mie spese, è che gli ingressi ai Musei Vaticani e alla Cappella Sistina chiudono alle 16, quindi se volete includerli nel vostro itinerario, cercate di organizzarvi per tempo (non come noi!).


PIAZZA DI SPAGNA

Seconda tappa del nostro mini-tour, la mitica Piazza di Spagna (purtroppo senza fiori, ma ugualmente strepitosa) e tour tra le vetrine di via Condotti, giusto per sognare un po’. Dal Vaticano sono solo poche fermate di metro, quindi vi consiglio vivamente questo mezzo per raggiungerla, a meno che non amiate camminare :-p


PANTHEON

Da qui iniziamo il nostro percorso lungo le vie romane che ci regala tantissimi scorci molto caratteristici. Passiamo per Piazza del Quirinale e Piazza Navona, per poi arrivare al meraviglioso Pantheon, antico tempio dedicato a tutte le divinità passate, presenti e future, fatto ricostruire dall’imperatore Adriano tra il 120 e il 124 d.C. L’edificio, convertito nel settimo secolo a basilica cristiana, è famoso per la sua cupola con l’oculo al centro e, da qualche anno a questa parte, per essere protagonista di alcune scene girate nel film Angeli e Demoni, tratto dall’omonimo romanzo di Dan Brown.

Se l’avete visto, entrando lì dentro sarà impossibile non rievocare la famosa scena in cui il professor Langdon interrompe la guida per chiederle dov’è seppellito Raffaello. Naturalmente, non più lì, ma è tutto scritto nelle didascalie accanto alla vecchia tomba. Se solo il nostro Tom Hanks fosse stato più attento…


L'APERITIVO

La terza tappa del nostro brevissimo tour si conclude con un aperitivo, proprio di fronte al Pantheon. Qui, oltre alla vista spettacolare sulla storia di Roma, potete vivere davvero la città, ascoltando le musiche degli artisti di strada e gustando un buon calice in totale relax. Sì, i prezzi non sono così stracciati, ma in fondo, per una volta, si può anche fare un’eccezione.

Dopo aperitivo avevamo in programma di andare verso il Colosseo, ma la fame era troppa, così ci siamo fermati in piazza di Spagna per cenare con un buon piatto di carbonara.

Non certo un pasto leggero, ma ci siamo rifiutati di salutare Roma senza assaggiarne almeno un piatto (ovviamente la sera dopo ci siamo buttati sui bucatini all'amatriciana!).


ESPRIMI UN DESIDERIO

Prima di tornare in albergo, decidiamo di smaltire la cena passeggiando fino alla Fontana di Trevi, affollatissima di notte come di giorno, ma una tappa immancabile per questa piccola visita nella città eterna.

Il mio desiderio? Tornare al più presto in questa magnifica città.
37 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti