• Vittoria Tomasi

Marostica: cosa vedere in un giorno nella Città degli Scacchi

Aggiornamento: 5 dic 2020


Una piazza a scacchi, due castelli e una cinta muraria così affascinante da ricordare una muraglia cinese in miniatura. Marostica, in provincia di Vicenza, è una cittadina nota in Italia e all’estero per la sua Partita a Scacchi con personaggi viventi, ma non appena attraversate le sue porte, scoprirete che c’è molto di più da vedere in questo borgo medievale.

Il suo centro storico infatti vi sorprenderà in ogni stagione ed è possibile visitare Marostica in poche ore, quindi si tratta di una meta perfetta per una gita domenicale o per un week-end, magari da abbinare a una tappa a Bassano del Grappa o sull’Altopiano di Asiago.

CLICCA QUI PER VISITARE VIRTUALMENTE MAROSTICA INSIEME A NOI



Ecco allora una piccola guida su cosa vedere a Marostica in una giornata, con consigli su come arrivare e dove mangiare nella cittadina vicentina.


Cosa troverai in questo articolo:

1. Marostica: Come arrivare

2. Marostica: Cosa Vedere

2.1. La piazza degli scacchi

2.2. Il castello inferiore

2.3 I portici

2.4 Il castello superiore

3. Marostica: Dove Mangiare

MAROSTICA: COME ARRIVARE

Potrete raggiungere Marostica in auto oppure in autobus, grazie ai collegamenti diretti con la stazione ferroviaria di Vicenza o della vicina Bassano del Grappa.

Noi abbiamo optato per l’auto, uscendo dall’autostrada A13 al casello di Dueville e poi proseguendo in direzione Marostica. Una volta arrivati in città, dopo aver percorso qualche centinaio di metri, vi ritroverete di fronte alle sue mura storiche.

Qui ci sono parecchi parcheggi, quasi tutti a pagamento, ma vi consiglio il Parcheggio Ex Stazione, il più vicino al centro storico (i posti sono una settantina, quindi vi consiglio di non arrivare troppo tardi!).

COSA VEDERE A MAROSTICA

LA PIAZZA DEGLI SCACCHI


La piazza degli Scacchi è uno dei simboli principali del borgo e prende il nome dalla grande scacchiera rappresentata al centro della piazza, proprio di fronte al Castello inferiore.

E’ proprio qui che si svolge la tradizionale Partita a Scacchi con personaggi viventi, uno spettacolo iniziato nel 1923 per rievocare il particolarissimo duello risalente al quindicesimo secolo.


La leggenda narra infatti che nel 1454 due gentiluomini di Marostica, Vieri della Vallonara e Rinaldo de Angarano, si innamorarono della figlia del castellano, la bella Lionora. Anziché sfidarsi a duello, proibito dalla legge veneziana, i due avversari furono obbligati dal castellano a contendersi l’amata con una partita a scacchi in piazza, con pezzi viventi. Il vincitore avrebbe avuto la mano di Lionora, mentre il perdente avrebbe sposato la sorella del castellano, Oldrada.

Vi piacerebbe assistere allo spettacolo?

La partita viene rievocata con oltre 600 figuranti in costume negli anni pari, ma farà eccezione il 2021 perché quest’anno è stata rimandata causa pandemia. Segnatevi quindi le date del 10-11 e 12 settembre, ma cercate di prenotare con anticipo!

SCOPRI IL CASTELLO INFERIORE

Dopo esserci persi a osservare la grande scacchiera della piazza, non abbiamo proprio potuto resistere a visitare il castello che vi si affaccia!

L’ingresso è a pagamento (è aperto tutti i giorni e il biglietto intero costa 5 euro), ma vi consiglio di entrare perché potrete immergervi nella storia della cittadina e, cosa da non sottovalutare, avrete una vista meravigliosa su tutto il centro storico.



La visita al castello, risalente al XIV secolo, inizierà dalla Corte d’Armi, dove potrete ammirare antiche catapulte, affreschi e il pozzo in pietra di Asiago, posto al centro del cortile interno.

IL LOGGIATO E GLI INTERNI


Salendo le scale, arriverete in un grande loggiato in cui sono raffigurati gli stemmi di tutti i castellani veneziani che si sono succeduti a Marostica e da lì si ha accesso agli interni: la Sala del Consiglio, l’astaneteria e l’imponente Sala del Camino, un tempo alloggio privato del podestà.


Passando per la sala della Pretura si entra poi in quella che è stata adibita al Museo della Partita a Scacchi. Qui, oltre agli antichi bozzetti, abbiamo avuto la possibilità di vedere i costumi indossati nelle rievocazioni dai figuranti: non solo re, regine, cavalieri e fanti, ma anche quelli di Lionora, suo padre e dei contendenti.


IL MASTIO

Tornando al loggiato, si passa poi al Mastio che, con i suoi 148 gradini è la torre più alta del castello, utilizzata un tempo come carcere.

Da qui si accede anche alla parte più spettacolare (a nostro parere) del castello, il cammino di ronda esterno, dove potrete passeggiare tra torri e merletti, godendovi la vista di Piazza degli Scacchi dall’alto.

IL SOTTOTETTO

Dal cammino di ronda si scende infine verso il sottotetto, adibito un tempo a magazzino e alloggio per le maestranze. Oggi invece custodisce l’armeria della Partita a Scacchi e potrete viaggiare indietro nel tempo con le mostre fotografiche delle passate manifestazioni in piazza. A noi hanno fatto venire una voglia matta di assistere la rievocazione!

PASSEGGIA SOTTO I PORTICI

Una volta visitato il castello, se non lo avete già fatto, vi consiglio di perdervi tra i negozi e le enoteche sotto i portici. A noi è saltata subito all’occhio la Grapperia ‘La Scacchiera’, un negozietto interamente dedicato alla ciliegia, prodotto tipico del luogo, servita in ogni forma.


Siete amanti del gioco degli scacchi?

Allora potrete fare una partita con maxi scacchi sotto il loggiato, proprio di fronte al castello inferiore. Sarà un’esperienza da non perdere!

RAGGIUNGI IL CASTELLO SUPERIORE


Dalla piazza principale, durante le belle giornate, potrete poi intraprendere il sentiero dei Carmini per risalire zig zag lungo la collina, attraversando un boschetto di ulivi fino al castello superiore. Si tratta di un percorso un po’ ripido, ma in alternativa potreste arrivare direttamente con la macchina.


Noi purtroppo non abbiamo potuto fare né l’una né l’altra cosa perché il castello quella domenica era chiuso per lavori, ma se lo trovate aperto, non esitate ad andare!

Da lassù avrete una meravigliosa vista sulla città.

MAROSTICA: DOVE MANGIARE

Il centro storico di Marostica è ricco di enoteche e piccoli ristorantini, quindi avrete solo l’imbarazzo della scelta.


Se cercate qualcosa di panoramico, potreste andare al ristorante del Castello superiore (quando siamo andati noi era chiuso per lavori), mentre per un aperitivo originale, noi siamo stati a Bottega Campana 1863 e ve lo consigliamo. Hanno una grande scelta di vini e la location vi sorprenderà!



Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo sui social con tutti i tuoi amici per organizzare una giornata nel borgo di Marostica.


Per scoprire altri itinerari, segui il mio blog e iscriviti al mio CANALE YouTube.

413 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti