• Vittoria Tomasi

Lago di Braies in estate: il giro in barca e il percorso trekking

Aggiornamento: 11 set 2020



Una palafitta in legno, una trentina di barchette sull’acqua e un panorama da mozzare il fiato. Basta poco per innamorarsi del Lago di Braies. I suoi luoghi da cartolina sono sempre più sfruttati come set cinematografici e come sfondi preferiti dagli instagrammer.

E così, in pochi anni, da piccola perla sconosciuta dell’Alto Adige il lago si è trasformato in una delle mete più frequentate dai turisti di tutto il mondo.


Perché vi dico questo? Perché se deciderete di visitarlo ( e vi consiglio di farlo, perché merita davvero) dovrete fare i conti con file ai parcheggi in alta stagione e parecchia gente, ma vi basterà intraprendere il giro del lago per ritrovare un po’ di tranquillità.


Eccovi quindi qualche consiglio utile su come arrivare e cosa vedere al Lago di Braies.


MA PRIMA GUARDA IL VIDEO E SCOPRI QUESTA PERLA CON I TUOI OCCHI




LAGO DI BRAIES: COME SI ARRIVA


Pronti ad andare alla scoperta del Lago di Braies? E allora iniziamo con qualche consiglio utile sul vostro arrivo.


Noi siamo andati il 1 luglio ( un giovedì ) e lo abbiamo raggiunto facilmente con l’auto. Nonostante il tempo incerto, c’erano già centinaia di macchine parcheggiate, quindi soprattutto nelle belle giornate vi consiglio di arrivare alla mattina presto.

Il parcheggio è a pagamento a 6 euro al giorno.


Se deciderete di andare in alta stagione però ( dal 10 luglio al 10 settembre) , l’ingresso in auto è riservato agli ospiti dell’hotel o a chi prenota al ristorante.


In alternativa potreste scegliere di andare in autobus ( consigliato) e acquistare i biglietti sul sito ufficiale www.braiez.bz o, se siete allenati, raggiungerlo a piedi o in bicicletta.


LAGO DI BRAIES: COSA VEDERE


Più che cosa vedere al Lago di Braies, dovremmo parlare di come visitarlo e i modi sono due: in barca o a piedi.

Se avete modo, vi suggerisco di prendervi almeno una mezza giornata per farli entrambi e magari, se arrivate alla mattina, iniziate dalla barca a remi per evitare di dover fare lunghe attese.


LAGO DI BRAIES: GIRO IN BARCA


Noleggiare una barca a remi al Lago di Braies non è molto economico. Attualmente per un’ora spenderete 28 euro ( volendo potete fare anche solo 30 minuti), ma un giro su questo meraviglioso specchio d’acqua è un’emozione da provare almeno una volta nella vita.



Una volta pagata la caparra, vi accompagneranno all’imbarcazione e dovrete scegliere chi far remare ( io non ho avuto dubbi a cedere l’onore a Sergio).

Da qui avrete piena libertà di girare in lungo e in largo per il lago, quindi godetevi il tragitto, ammirate il panorama e, se siete appassionati di foto, sfruttate il momento per avere un po’ di tranquillità.


Un consiglio? Fate attenzione all’orario! Quando sarete sulla barca a remi il tempo volerà, quindi fate attenzione a calcolare bene le tempistiche per non ritrovarvi a pagare di più.





LAGO DI BRAIES: IL GIRO DEL LAGO


Il giro del Lago di Braies è un breve percorso ad anello di 3,6 km ( impiegherete circa un’ora ) che vi permette di scoprire tutte le bellezze di questo angolo di paradiso.

Non intraprenderlo significherebbe visitare il lago solo a metà, ma per non tornare a casa con piedi doloranti e altre brutte sorprese vi consiglio caldamente di indossare un paio di scarpe a tennis, meglio se da trekking.

Forse ad alcuni di voi sembrerà scontato, ma fidatevi, non lo è e ho visto tante, troppe persone in difficoltà perché arrivate al Lago con sandali, zeppe, infradito o tacchi a spillo.


Il percorso è piuttosto semplice e adatto a tutti, anche se lo sconsiglierei a passeggini e carrozzelle.

Il dislivello sarà al massimo di 50 metri e durante il percorso troverete panchine e tavolini per rilassarvi, magari godendovi un bel pic-nic, e potrete incontrare anche mucche al pascolo intente ad abbeverarsi al Lago.

Potrete scegliere se intraprendere il giro in senso orario ( come abbiamo fatto noi, partendo dalla palafitta ) o antiorario.

Se sceglierete il giro orario, dopo una serie infinita di scorci da cartolina, terminerete il tour alla chiesetta che vi ricorderà, insieme alla palafitta, la serie tv ‘Un passo dal Cielo’. Se siete fan, qui una foto è d’obbligo!




LAGO DI BRAIES: DOVE MANGIARE


Dopo tutto questo camminare vi è venuto fame?

Non posso dirvi che qui avete l’imbarazzo della scelta, ma troverete un ristorante, un bar che serve anche würstel, salsicce e panini e una gelateria.

In alternativa potreste portarvi un pranzo al sacco e gustarlo su una delle tante spiaggette del lago, magari lontani dalla folla di gente, oppure sui tantissimi tavoli e panchine che troverete durante il percorso ad anello.




LAGO DI BRAIES: DINTORNI


E dopo aver visto il lago? Nei dintorni del Lago di Braies c’è tantissimo da vedere, a partire dalla cittadina di San Candido, le Tre Cime di Lavaredo e tutta la zona della Val Pusteria e del Cadore.


Noi abbiamo trascorso in zona quattro giorni ma non sono mai abbastanza.

Se vuoi scoprire il nostro itinerario tra le bellezze del Cadore clicca qui



LAGO DI BRAIES: CONSIGLI


Questo post ti ha fatto venir voglia di visitare il Lago di Braies? Allora eccoti un comodo riepilogo con tutti i consigli utili:


1. Cerca di arrivare presto alla mattina o nel tardo pomeriggio per poterti godere il lago senza troppa gente ( verranno anche foto migliori!)


2. Sì ai bambini e sì agli amici a 4 zampe, ma evitate di intraprendere il giro del lago con il passeggino ( molto meglio lo zainetto )


3. INDOSSATE calzature da trekking o tennis per il giro del lago. NO a infradito, sandali o zeppe



4. Vivete il Lago nella sua interezza e regalatevi un’ora per fare il giro completo. Potrete godere di panorami meravigliosi!


Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo sui social con tutti i tuoi amici per organizzare una visita al Lago di Braies.


Per scoprire altri itinerari, segui il mio blog e iscriviti al mio CANALE YouTube.


2.782 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti