• Vittoria Tomasi

Sciare in Val Gardena

Aggiornamento: 12 set 2020

Alla scoperta dei 4 passi.



Avete presente quando frequentate un luogo per tantissimi anni, ma è ancora capace di sorprendervi?

Ecco, penso che la Val Gardena faccia questo effetto.

Sicuramente avrete già sentito parlare di questo gioiellino tirolese, famoso per la splendida e caratteristica Ortisei e la mondana Selva di Val Gardena. Se siete grandi appassionati di sci però, non potete non conoscere la Saslong, mitica pista nera che ogni anno ospita il super G e che, dalla località Ciampinoi (2249 m) scende fino in paese a Santa Cristina (1410 m), in una giostra di gobbe e pendenze che sfiorano il 57%.


Queste però sono solo alcune delle perle della Val Gardena e, nell’itinerario di oggi, vi guiderò alla scoperta di panorami, discese e rifugi imperdibili.


Per prima cosa, vi dico che per vivere appieno l’intero comprensorio servirebbe almeno un week-end, ma se siete buoni sciatori, potete tranquillamente fare tutto in giornata, anche se raggiungete la valle dai passi vicini (Val di Fassa o Alta Badia).


Pronti? Si parte!


Prima tappa – PITZ SELLA


(Rifugi Consigliati:

- Comici: è abbastanza caro, ma mangiare pesce a oltre 2000 metri di altezza ha davvero prezzo?

- Pitz Seteur: sì, lo so, è famoso per le ragazze che ballano in costume a -10 gradi, ma anche il ristorante non è male!)



C’è qualcosa di meglio che iniziare la mattinata con la vista paradisiaca del Sassolungo? Io non credo.

Una volta raggiunto il piazzale del parcheggio di Passo Sella, potete salire sulla funivia che vi porterà in cima al Pitz Sella. Qui avete diverse possibilità, ma prima di avventurarvi in diversi giri, vi consiglio una discesa dalla Paprika, una pista veloce con un bel muro finale, che vi ricongiungerà alla rossa.


A questo punto, potreste anche prendere la deviazione di sinistra per andare in centro a Selva di Val Gardena e prendere l’impianto per il Ciampinoi (la pista è suggestiva ma di raccordo, quindi dovrete usare le racchette!), oppure risalire sulla funivia e scendere per la nera alla vostra destra. Se sceglierete questa strada, dopo un piccolo tratto troverete una seggiovia. Prendetela e vi ritroverete in cima al Ciampinoi, pronti per vivere la magica esperienza della discesa sulla Saslong!


PS: se il tratto di collegamento vi sembra troppo difficile, avete un’alternativa. All’altezza del rifugio Comici (lo trovate dopo il primo tratto di rossa ed è inconfondibile, il suo profumo di pesce alla griglia vi manderà in estasi!) potete prendere la deviazione per il Monte Pana e salire sulla prima seggiovia che troverete sul percorso.



Seconda Tappa – CIAMPINOI


(Rifugio Consigliato:

- Baita Saslonch: un primo direttamente dalla teglia? Da provare!)


Se siete arrivati al Ciampinoi, avete solo l’imbarazzo della scelta tra le piste, ma se amate la velocità, vi consiglio di deviare verso sinistra e provare l’ebrezza della Cristo, che vi farà scendere fino all’imbocco della Saslong. Qui vi troverete a un bivio: nera o rossa?

Naturalmente la nera è da provare, ma se amate i panorami e i castelli, vi consiglio di provare a fare un giro anche sulla variante rossa.


Una volta a valle, il nostro itinerario può proseguire alla scoperta del Seceda, la zona più soleggiata della Val Gardena.

Come? Basterà prendere il Gardena Ronda Express, un veloce trenino che vi porterà alla base del Col Raiser.


Terza Tappa – SECEDA


(Rifugi consigliati:

- Rifugio Troier: una terrazza panoramica da urlo!

- Pizzeria Seceda: una delle pizze più buone che abbia mai provato. )


Una volta presa la cabinovia del Col Raiser, prendete la deviazione a sinistra, in direzione Ortisei-Seceda.

Qui, dopo un breve percorso e la salita in seggiovia, vi ritroverete ad ammirare il paesaggio a 2500 metri di altezza.

Anche in questo caso avete due opzioni, anche se vi consiglio di provarle entrambe:

- Prendere la Longia: una pista rossa di 11 km che vi porta fino a Ortisei (qui poi il percorso potrebbe anche proseguire nell’Alpe di Siusi)

- Scendere dal Seceda, magari deviando a sinistra per una veloce pausa pranzo al rifugio Troier (la vista da là è davvero unica).


Quarta Tappa - DANTERCEPIES



(Rifugio consigliato:

- Rifugio Panorama: se amate la selvaggina, provate lo spezzatino di cervo con polenta )


Una volta scesi dal Seceda, continuate in direzione Col Raiser e prendete nuovamente il trenino.

Questa volta però, una volta tornati in cima al Ciampinoi (avete una cabinovia e una seggiovia), potete scendere per la Ciampinoi 3 (pista nera), o in alternativa la 4 rossa, che vi porterà in centro a Selva.


Qui, prendete gli sci in mano, seguite le indicazioni per Sellaronda Arancione, salite sul ponte e su in seggiovia.


Una piccola discesa e pronti a salire sulla cabinovia Dantercepies, che vi porterà in un divertente carosello di piste nere e rosse, tutte assolutamente da provare.

Vi consiglio anche una discesa sulla Cir (quest’anno è anche stata allargata), per poi ricongiungersi alla Dantercepies e iniziare il rientro.


Come?

Dovrete passare sotto il ponte, tenere la sinistra e seguire le indicazioni del Sellaronda Verde. Qui, una suggestiva pista di collegamento in mezzo alle case vi porterà nei pressi di un attraversamento pedonale. Passate dall’altra parte (ci saranno tantissimi altri sciatori con voi, non potete sbagliare) ed eccovi di fronte alla cabinovia Ciampinoi.


RIENTRO


A questo punto, se siete partiti dal Pitz Sella con un mezzo vostro, per rientrare dovrete fare la Ciampinoi 5. Si tratta di una pista segnata come rossa, ma in realtà, a causa dei cumuli e del ghiaccio che si formano durante la giornata, potrebbe essere benissimo considerata nera. Ma non preoccupatevi, l’importante è sciare con prudenza e… prestare attenzione agli altri!

Una volta giunti al bivio, prendete la destra (direzione Passo Sella) e vi ritroverete ai piedi della stazione Pitz Sella.



Ora toglietevi gli sci e pensate a tutte le emozioni provate in giornata, fatte scendendo per le piste più belle della Val Gardena:

- Saslong

- Cir

- Paprika

- Cristo

- Ciampinoi 3

- Seceda

- Longia

- Dantercepies


Buon divertimento!


Siete incuriositi dal giro dei 4 passi? Intanto guardate il video delle mie giornate sul Sellaronda. Presto arriverà un post ;)

78 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti