• Vittoria Tomasi

Lago di Sorapis - un'escursione alla scoperta del lago turchese

Aggiornamento: 5 dic 2020


Lago di Sorapis - Una penna in valigia BLOG

Se siete convinti di aver visto l’acqua veramente azzurra ma non siete ancora stati al Lago di Sorapis, beh, allora vi dovrete presto ricredere. Perché è qui, cari i miei viaggiatori, che lascerete il cuore.


Il Lago di Sorapis è uno dei luoghi più straordinari che potrete visitare all’interno delle Dolomiti Unesco e lo potrete raggiungere solo a piedi dopo circa due ore di camminata.


L’escursione, sebbene segnalata abbastanza bene, durerà nel complesso 5 ore - volete non fermarvi almeno un’oretta tra Lago e rifugio?! - ma non è proprio per tutti.


Oltre a sentieri in mezzo al bosco troverete infatti dei tratti più stretti ed esposti, alcuni attrezzati con corrimano, e una serie di scale per niente adatte a chi soffre di vertigini o a passeggini. Ma non preoccupatevi, se avete buone gambe e presterete attenzione ( sempre necessaria in montagna), potrete godervi uno degli spettacoli più belli della natura insieme a tutta la famiglia.


Pronti a partire?


CLICCA QUI PER VEDERE IL LAGO DI SORAPIS E PERCORRERE IL SENTIERO VIRTUALMENTE INSIEME A NOI


Ecco cosa troverai in questo articolo:

  1. Lago di Sorapis: Come arrivare

  2. Lago di Sorapis: Il sentiero 215

  3. Lago di Sorapis: Il lago turchese

  4. Lago di Sorapis: Dove mangiare

  5. Lago di Sorapis: Consigli utili

LAGO DI SORAPIS - come arrivare


Iniziamo la nostra avventura da Passo Tre Croci, raggiungibile tranquillamente in auto passando per Auronzo di Cadore o per Cortina.

Trovare il punto di partenza del sentiero CAI 215 sarà molto semplice, visto che è ben segnalato anche da un cartellone, il difficile sarà invece - a detta dei locali - trovare un parcheggio lungo la strada in alta stagione.


Il nostro consiglio è quindi di arrivare al passo abbastanza presto per poter intraprendere la passeggiata in piena tranquillità e senza stare ‘in coda’ nei tratti più stretti. Così potrete godervi il lago al meglio!


LAGO DI SORAPIS - il sentiero


L’ingresso al sentiero 215 è molto suggestivo e ci farà attraversare un tranquillo pascolo immerso nelle Dolomiti d’Ampezzo, per poi accompagnarci in un primo tratto in mezzo al bosco.


A un certo punto dovrete attraversare un torrente ( con pochissima acqua), quindi prestate attenzione: noi lo abbiamo trovato innevato, ma al ritorno la neve aveva in parte ceduto e abbiamo dovuto scendere di qualche metro più per passare dall’altra parte.




Dopo circa un’oretta di camminata tra il bosco e tratti più esposti che vi permetteranno di ammirare il panorama delle Dolomiti d’Ampezzo, il sentiero diventerà più stretto e meno adatto a chi soffre di vertigini!

Sentiero 215 - Lago di Sorapis

I passaggi più difficoltosi comunque sono attrezzati con cavo di acciaio a cui tenersi, specie quando si passa sotto a quella che potrebbe sembrare una piccolissima cascatella, e per risalire più velocemente il dislivello avrete delle comode scale.


Seguirà poi un tratto più tranquillo, sebbene sempre in salita, che vi porterà fino a un bivio: rifugio Vandelli o Lago di Sorapis?


Tutto dipende dalla vostra curiosità e dal vostro appetito, ma noi abbiamo scelto sicuramente il lago!




LAGO DI SORAPIS - il lago

Lago di Sorapis - la vista

Penso che il Lago di Sorapis sia uno dei luoghi più particolari e incantevoli in cui sia mai stata. A lasciarvi senza fiato, oltre alla cornice in cui svetta maestoso il Dito di Dio, sarà l’acqua di un turchese quasi irreale, colore che cambia a distanza di pochi minuti, a seconda del tempo e dei riflessi del sole.


Qui, come quasi in tutti i laghi di montagna, è vietata la balneazione, ma ci troviamo comunque a 1900 metri sopra il livello del mare, quindi le temperature difficilmente saranno invitanti! Prendetevi comunque il vostro tempo, rilassatevi, godetevi il panorama, scattate qualche foto e, se avete ancora energie, proseguite con il giro del lago.


LAGO DI SORAPIS - dove mangiare


I canederli del Rifugio Vandelli

L’ipotesi più suggestiva per una pausa pranzo o merenda al Lago di Sorapis è sicuramente un pic nic sulle sue rive, ma se non volete appesantire gli zaini con panini, bevande e stoviglie, non preoccupatevi!


A pochi metri troverete il rifugio Vandelli che vi regalerà una pausa rilassante e piatti tipici del Cadore, come buonissimi canederli e strüdel ( ve lo consigliamo! ).

Qui avete anche la possibilità di dormire, ma vi consigliamo in ogni caso di prenotare vista la grande affluenza della meta.





LAGO DI SORAPIS - consigli


  1. 1. Cercate di partire presto. Lo so, non è facile svegliarsi presto in vacanza, ma questa escursione negli ultimi anni è diventata sempre più gettonata e rischiereste di trovarvi a dover restare ‘in fila’ anche in piena montagna!

2. Indossate scarpe da trekking e abbigliamento adeguato. No quindi ai sandali o a tennis da città in stile Superga o All Star. Questi sono sentieri di montagna!


3. Per lo stesso motivo del punto 2, lasciate a casa l’ombrello e prendetevi dietro un comodo poncho da pioggia, ma controllate sempre le previsioni meteo prima di avventurarvi per un’escursione.


4. Portate sempre con voi acqua e magari qualche snack perché l’unico rifugio che incontrerete sarà solo dopo 2 ore di cammino.


5. Ah, ovviamente non dimenticatevi la macchina fotografica o lo smartphone per immortalare i vostri momenti al Lago!!!


Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo sui social con tutti i tuoi amici per organizzare una visita al Lago di Sorapis.


Per scoprire altri itinerari, segui il mio blog e iscriviti al mio CANALE YouTube.

8.867 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti