• Vittoria Tomasi

Trekking all'alba sulle Dolomiti: come raggiungere la Croce di Fai sulle Dolomiti Paganella


Hai mai ammirato l’alba sulle Dolomiti?

Se sei in Trentino e vuoi vivere un’esperienza particolare (e super golosa), ti consiglio di non perdere l’ escursione all’alba sul Monte Fausior.


Si tratta di un trekking medio-facile che ti permette di raggiungere la Croce di Fai al sorgere del sole, uno dei punti panoramici più belli delle Dolomiti Paganella, per poi scendere fino a Malga Val dei Brenzi, per una colazione da sogno in compagnia degli alpaca.


Il percorso che ti propongo è al di fuori dei tracciati ordinari e lo abbiamo fatto seguendo una guida esperta, in alternativa puoi seguire il sentiero classico (più lungo) per arrivare alla Croce di Fai.


CLICCA QUI PER VEDERE CON I TUOI OCCHI IL PERCORSO



In questo articolo ti spiegherò dove parcheggiare, come arrivare alla Croce di Fai per vedere l’alba e alla Malga degli alpaca in Trentino.


Ecco cosa troverai:


1. CROCE DI FAI: come arrivare

2. CROCE DI FAI: il percorso trekking

3. CROCE DI FAI: ammirare l’alba sul Monte Fausior

4. CROCE DI FAI: colazione in malga con gli Alpaca

5. TREKKING ALL’ALBA ALLA CROCE DI FAI: consigli utili



CROCE DI FAI: come arrivare


Il sentiero principale per raggiungere la Croce di Fai parte da Passo Santel a Fai della Paganella. Da qui, si risale lungo una strada forestale sterrata a fianco della Chiesetta di S. Libera, per poi prendere il sentiero 603 (sulla destra), in direzione Campedel, per poi proseguire verso la Croce di Fai.


Durante la nostra escursione guidata però, abbiamo seguito una scorciatoia che ci ha indicato la guida per raggiungere la cima del monte Fausior in meno di un’ora e mezza.


In questo caso, abbiamo seguito una stretta strada forestale e lasciato la macchina in uno spiazzo abbastanza ampio che puoi trovare a queste coordinate:

46.19860° N – 11.05630° E

In questo punto, sulla tua destra, troverai un piccolo sentiero che sale ripido in mezzo alla vegetazione.



CROCE DI FAI: il percorso trekking



La prima parte del sentiero scorciatoia è abbastanza ripido e, dopo qualche metro, ti ritroverai a camminare in mezzo al bosco, completamente al buio!

L’unica luce a disposizione infatti, se si parte per vedere l’alba, è quella delle torce frontali (INDISPENSABILI), che comunque permette di orientarsi e di riconoscere il tracciato tra la vegetazione.


Dopo circa 20 minuti di salita, si arriva finalmente a un grande prato con una piccola baita e qualche panchina, dove si può riprendere fiato. Qui teniamo il sentiero sulla sinistra che ci fa attraversare tutta la piana, fino ad arrivare alla prima indicazione per la Croce di Fai.



Da questo punto in poi seguiremo il sentiero 604 A, uno sterrato abbastanza largo e immerso nel bosco, senza punti esposti, che ci regala anche qualche splendido scorcio sulle montagne circostanti.


Dopo circa 15/20 minuti arriviamo infine a un cartello che ci indica di prendere la destra per la Croce di Fai. Qui affrontiamo una stretta salita in mezzo a sassi e vegetazione e, in meno di 2 minuti, ci ritroviamo di fronte alla terrazza panoramica in cima al Monte Fausior.



CROCE DI FAI: ammirare l’alba sul Monte Fausior


La vista che offre la terrazza panoramica della Croce di Fai a 1460 metri ci ha lasciato davvero senza parole e i colori dell’alba hanno reso il tutto ancora più emozionante.

Scendendo fino alla grandissima croce in legno, è possibile vedere tutto il paese di Fai della Paganella, le Pale di San Martino, il Lagorai e la Valle dell’Adige, ma lo spettacolo più bello è quello del sole che sorge dalle Dolomiti e illumina Cima Paganella.

Un’esperienza davvero incredibile che ti consiglio di fare almeno una volta nella vita.



CROCE DI FAI: colazione in malga con gli Alpaca


E dopo aver ammirato l’alba?

Dopo aver ammirato lo spettacolo e scattato qualche centinaio di foto al panorama, ritorniamo sui nostri passi, fino a raggiungere lo spiazzo dove abbiamo parcheggiato la nostra auto.

Da qui, proseguiamo a piedi sulla forestale per qualche minuto e poi imbocchiamo il sentiero 603 che, in poco tempo ci porta alla Malga Val dei Brenzi, dove ci attendevano i gestori e tanti animali, tra cui diversi simpaticissimi alpaca.



Questa malga, recentemente ristrutturata, offre una ricchissima colazione con latte, caffè, tisana, marmellate, crostate, affettati, pane e burro, tutto di loro produzione.

Non mancano inoltre giochi in legno per i bambini e un panorama incredibile con sdraio per rilassarsi dopo la levataccia!




TREKKING ALLA CROCE DI FAI: consigli utili


Questo percorso trekking ti ha incuriosito?

Ecco qualche consiglio utile per arrivare alla Croce di Fai all’alba:


1. Indossa scarpe da trekking e vestiti a strati. A meno che non sia una giornata caldissima, ti consiglio di indossare abbigliamento pesante (pile e giubbotto) alla partenza perché di notte c’è parecchio freddo e in cima spesso troverai vento! Una volta salito il sole poi, potrai toglierti qualche strato.

2. Porta con te una torcia frontale. La torcia sarà indispensabile per camminare sul sentiero con il buio e no, la luce del telefono non è uguale! Nel caso comunque, se scegli la visita guidata, te ne potranno fornire una.

3. Attrezzati con borraccia e pranzo al sacco. Se deciderai di fare l’escursione senza guida ( e senza tappa colazione) potrai ristorarti sulla tavolata che trovi in cima al Monte Fausior, a pochi metri dalla Croce di Fai. Da lì avrai una vista unica!


4. Ami la mountain-bike? Potrai raggiungere la Croce di Fai anche pedalando, ovviamente seguendo il sentiero normale (e di giorno!).



Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo con tutti i tuoi amici per organizzare insieme un’escursione da ricordare!

Per scoprire altri itinerari iscriviti al mio BLOG e al mio CANALE YOUTUBE

617 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti